Il Litecoin è una delle criptovalute di maggiore successo, nonostante il suo valore sia molto lontano da quello dei Bitcoin, il suo tasso di crescita è significativo e questa valuta digitale sempre più spesso è elencata tra le migliori, quelle da tenere maggiormente d’occhio.

Il Litecoin va bene e il suo valore aumenta di continuo, per questo ha stupito un po’ tutti che il suo fondatore, Charlie Lee, abbia deciso di vendere tutti i Litecoin in suo possesso.

Perché l’ha fatto, forse non crede nella bontà del progetto? No, dietro ci sono altre motivazioni, in particolare il desiderio di evitare un conflitto d’interessi.

Charlie Lee s’è detto stufo delle reazioni che ogni suo intervento, ad esempio su Twitter, effettuato sul tema delle criptovalute fosse sempre visto come di carattere personale.

In sostanza Charlie Lee non si sentiva libero di esprimere le sue opinioni perché molti credevano che queste, essendo lui l’ideatore di Litecoin, fossero in qualche modo strumentali. Liberandosi del suo gruzzolo di monete digitali, ora sarà più libero di dire la sua su un settore in costante crescita ed evoluzione.

Negli ultimi dodici mesi il prezzo del Litecoin ha fatto un balzo del +9.300%. Il creatore della quinta criptovaluta più grande al mondo l’aveva ideata nel 2013 e forse neppure lui immaginava dove sarebbe arrivata nel giro di qualche anno.

Senza dubbio la scelta di Charlie Lee è coraggiosa ed entrerà a far parte dell’avvincente storia delle criptovalute, che probabilmente tra qualche decennio verrà studiata da tutti a scuola.